I 7 Arcangeli e le 4 Stagioni

Aggiornamento: giu 24

L'assemblea dell'Arcangelo Michele, Icona della Chiesa Ortodossa Russa

L’assemblea dell’Arcangelo Michael, Icona della Chiesa Ortodossa Russa.


Gli Arcangeli sono Spiriti di Popolo che proteggono e conferiscono lo spirito nazionale ai vari popoli della Terra. Furono l’umanità dell’Antico Sole. Nella nomenclatura indo-tibetana adottata dalla teosofia sono noti come Dhyani-Chohan. Sono chiamati anche Spiriti del Fuoco in quanto si esprimono nell’elemento dell’aria compenetrata dal calore.


Il corpo inferiore di questi esseri è il corpo astrale, essendo così costituiti da:

  1. Spirito Vitale

  2. Sé Spirituale

  3. Io

  4. Corpo astrale

Il corpo astrale è l’ultimo loro corpo individuato, mentre il loro corpo eterico è dislocato nello spazio. È perfino possibile visualizzare graficamente i loro corpi eterici. Infatti osservando una cartina geografica dove sia stata tracciata la distribuzione linguistica delle popolazioni umane, possiamo vedere l’estensione dei corpi eterici dei rispettivi Spiriti di Popolo. Tali corpi eterici arcangelici prendono contatto con l’Anima di Popolo, cioè l’unione dei corpi astrali umani composto dai membri di un singolo popolo. Inoltre i corpi eterici dei diversi arcangeli prendono contatto anche con le forze del suolo di ogni nazione, generando l’atmosfera eterica nel quale vive il Genius Loci, lo Spirito del Luogo. Importante è notare che i corpi eterici arcangelici non coincidono necessariamente con i confini politici, bensì con i confini linguistici e dunque culturali: gli Arcangeli sono gli ispiratori delle lingue del mondo. La discrepanza tra politica, società e lingua è alla radice di molte azioni di ribellione che lo Spirito di Popolo invia all’Anima di Popolo affinché gli uomini che ne fanno parte conquistino la loro indipendenza.

europe_languages_map

Tuttavia dopo il Mistero del Golgotha, i più evoluti di loro, appunto i Sette Arcangeli, si stanno slegando dal popolo che hanno aiutato nel passato impegnandosi periodicamente come Spiriti delle Epoche o Geni dei sette pianeti sacri. Anticipano così la loro evoluzione verso i Principati (Archai o Spiriti del Tempo), il coro celeste a loro superiore. Quando gli arcangeli fungono da Spiriti delle Epoche, presiedono ciclicamente a periodi di tempo di 300-350 anni circa.


Come Arcangeli delle Epoche

Questi tre secoli sono portali spirituali attraverso cui i Sette Arcangeli inviano a turno i loro impulsi planetari entro una determinata epoca di cultura affinché l’evoluzione di quell’epoca possa compiersi appieno. La nostra epoca attuale è la quinta epoca post-atlantidea ed è attualmente caratterizzata dalla reggenza di Michael.

La suddivisione dei periodi di reggenza è la seguente:

  1. Oriphiel – Saturno: 200 a.C. – 150 d.C.

  2. Anael – Venere: 150 – 500 d.C

  3. Zachariel – Giove: 500 – 850 d.C.

  4. Raphael – Mercurio: 850 – 1190 d.C.

  5. Samael – Marte: 1190 – 1510 d.C.

  6. Gabriel – Luna: 1510 – 1879 d.C.

  7. Michael – Sole: 1879 – 2233 d.C.

Vediamoli in ordine:

  1. Gabriel della Luna è un arcangelo dalle spiccate qualità femminili. Portò l’annuncio a Maria e dunque presiede alle nascite. L’Epoca di Gabriele agisce principalmente sul corpo fisico e dunque prepara la via al materialismo, cioè alla massima discesa possibile che corrisponde alla risalita successiva;

  2. Michael del Sole è l’arcangelo che porta il volto del Cristo e ispira i pensieri spirituali che consentono di superare il materialismo. La potenza della vita del Secondo Logos, il Figlio, passa attraverso questa entità. È il più evoluto degli Arcangeli ed è associato allo splendore dei brillamenti solari. Egli reca un impulso universale che permette di superare la divisione dei popoli in base a sangue, sesso e religione. Collabora con un’altra elevatissima entità spirituale, la Divina Sophia, l’Anima del Mondo che presiede alla saggezza insita nella Natura. È l’arcangelo foriero del cosmopolitismo. La realizzazione della “Europa Unita”, come fratellanza di Spirito di Popolo europei, dipende proprio dall’azione di questo Arcangelo. Tuttavia i suoi impulsi sono stati captati da esseri decaduti, gli spiriti arimanici, così che si è realizzata solo un’unione economica e non spirituale. Durante l’Epoca di Michael, l’azione è principalmente rivolta al corpo eterico ed in particolare al pensare, alla mente. L’uomo, con un libero atto di scelta, deve innalzare il proprio pensare a comprendere i pensieri cosmici che Michael porta. Quando l’uomo porta in sé pensieri cosmici, slega il pensare dal cervello fisico giungendo al pensare vivente nel cervello eterico;

  3. Oriphiel di Saturno: dopo l’attuale reggenza di Michael, si tornerà alla più severa epoca di Oriphiel, connesso alla volontà umana. Egli separa ciò che è diverso e ne cristallizza le forme. Durante l’Epoca di Orifiele l’azione è principalmente rivolta al corpo astrale, al temprare la volontà resistendo agli opposti impulsi di piacere e dispiacere. Oriphiel concretizza le nostre immagini astrali così che siano combattute fin nel profondo del sistema osseo: tutto il male compiuto dall’uomo nell’epoca precedente si accumula sul piano astrale. Oriphiel lo rilascia così che l’uomo possa collegare le azioni con le conseguenze delle stesse;

  4. Anael di Venere fa vedere la bellezza di ogni giorno e ispira l’amore perfino per i più piccoli avvenimenti della vita. La potenza della coscienza del Primo Logos, il Padre, passa attraverso questo essere sublime. Durante l’Epoca di Anael, l’azione è principalmente rivolta all’anima senziente e alla percezione della bellezza del Cosmo. Anael ispira l’Io a riconoscere coscientemente se stessi nel mondo, conducendo infine alla devozione per il Padre che ha creato il mondo.

  5. Zachariel di Giove fa prendere coscienza degli eventi e ispira la pace e prosperità tra gli uomini favorendo la formazione di comunità. L’azione dell’Epoca di Zachariele è principalmente rivolta all’anima razionale, così che il singolo uomo possa riconoscere se stesso nel prossimo. La saggezza che guida il singolo uomo viene percepita come il legame che unisce uomini diversi nella Fratellanza dello Spirito;

  6. Raphael di Mercurio: è l’arcangelo che unisce ciò che è diviso, riporta l’equilibrio tra tutti gli opposti e prepara i cambiamenti successivi. L’Epoca di Raffaele agisce principalmente sull’anima cosciente;

  7. Samael di Marte è l’arcangelo del conflitto e ispira la contrapposizione ai fini del suo risolutivo superamento. La potenza della forma del Terzo Logos, lo Spirito Santo, passa attraverso questo essere, il cui compito è incanalare la vita nelle forme viventi sul piano materiale. L’Epoca di Samaele è principalmente rivolta alla fortificazione dell’Io attraverso il conflitto.

Gli