I 7 Maestri di Saggezza e Armonia dei Sentimenti

Aggiornamento: apr 15

Johfra: La visione di Ermete Trismegisto (1972)

Johfra: La visione di Ermete Trismegisto (1972)


Esseri umani ascesi a un’esistenza puramente spirituale che hanno superato per primi il ciclo delle reincarnazioni, dirigono ora le trame spirituali dell’umanità dalla una cerchia spirituale alle dirette dipendenze dello Spirito Santo, la Grande Loggia Bianca. Sono noti anche in altre tradizioni come Maestri Ascesi.


1. Maestro Morya 2. Maestro Kuthumi 3. Maestro Veneziano 4. Maestro Serapis 5. Maestro Hilarion 6. Maestro Gesù-Zarathustra 7. Maestro Christian Rosenkreutz / Saint-Germain


I Maestri sono esseri umani angelicati, i primi esseri umani a sperimentare lo stadio evolutivo angelico in questa catena evolutiva planetaria.


Nella Teosofia e Antroposofia

Secondo la teosofia i Maestri di Saggezza sono coloro che hanno raggiunto la quinta e sesta iniziazione (secondo la sequenza orientale). La quinta iniziazione corrisponde alla “Resurrezione” e conferisce il primo grado di Maestro Asceso, che si manifesta per aiutare l’umanità. L’Arhat possiede poteri spirituali quali teletrasporto, bilocazione e levitazione, ma solo in un determinato spazio. Secondo Leadbeater e Bailey ci sono 43 Maestri a questo livello di iniziazione tra cui Maestro Jupiter (assistente di El Morya).


La sesta iniziazione prende il nome di Ascensione (o Maestrato): conferisce il secondo grado di Maestro Asceso, in questa categoria sono riuniti i sette maestri di cui parla la teosofia. Sono anche chiamati Chohan dei Sette Raggi, dirigono i poteri dei raggi sulla Terra cui si aggiunge il catalizzatore Djwal Khul che porta i Sette Raggi ai sette Chohan (conosciuto anche come Il Tibetano negli scritti di Alice Bailey). Possiedono poteri spirituali quali teletrasporto, bilocazione e levitazione in qualunque luogo della Terra.


Lo stesso livello è attribuito loro in antroposofia, anche se corrisponde al gradino evolutivo umano dei Bodhisattva: cioè esseri umani con un corpo eterico purificato dall’Io nello Spirito Vitale, hanno raggiunto il completamento del grado dell’Ispirazione. Sono gli esseri umani attuali già al grado di evoluzione della Futura Venere. Sono angeli umani che compiono specifiche missioni per riportare l’evoluzione sul cammino prestabilito, possono sia discendere sulla Terra che su altri pianeti.


Ognuno dei sette maestri è associato alla manifestazione nell’evoluzione terrestre di uno dei Sette Raggi della Teosofia. In antroposofia corrispondono ai sette archetipi planetari che si esprimono nelle Sette Metamorfosi della Terra.

  1. Primo Raggio: Maestro Morya

  2. Secondo Raggio: Maestro Kuthumi

  3. Terzo Raggio: Maestro Veneziano

  4. Quarto Raggio: Maestro Serapis

  5. Quinto Raggio: Maestro Hilarion

  6. Sesto Raggio: Maestro Gesù-Zarathustra

  7. Settimo Raggio: Maestro Christian Rosenkreutz / Saint-Germain

Metamorfosi Raggi

Si dividono a loro volta in gruppi secondo dell’influenza che esercitano sulla Terra:

  1. Maestri Orientali: Morya e Kuthumi, sono attivi in tutta l’Asia fino all’estremo Oriente;

  2. Maestri Centrali: il Veneziano, Serapis, Hilarion, sono attivi principalmente al centro del mondo spirituale, ovvero nel bacino del Mediterraneo;

  3. Maestri Occidentali: Gesù-Zarathustra e Christian Rosenkreutz, noto anche come Saint-Germain nella sua ultima incarnazione.


I Maestri Orientali sono l’impulso alla base della fondazione della Società Teosofica, mentre i Maestri Occidentali hanno presenziato alla fondazione della Società Antroposofica. I Maestri centrali hanno invece fondato e coordinato i vari culti misterici del mediterraneo (i misteri di Iside, Mithra, Eleusi, Dioniso e quindi più indirettamente la Massoneria).


La corrente della Rosa+Croce è nata sotto l’influsso di quattro di questi: Maestro Morya per la potenza, Maestro Kuthumi per la saggezza, Maestro Saint-Germaine per la perseveranza nelle difficoltà della vita quotidiana, Maestro Gesù-Zarathustra per l’intimità dell’anima dell’uomo.

In teosofia, i Sette Maestri di Saggezza si suddividono secondo l'influenza dei Sette Raggi. 1) Il Primo Raggio discendente dal Padre (Primo Aspetto della Volontà): El Morya e Jupiter; 2) Il Secondo Raggio, discendente dal Figlio (Secondo Aspetto della Saggezza): Koot Humi e Djwal Khul; 3) Dal Terzo al Settimo Raggio discendenti dallo Spirito Santo (Terzo Aspetto dell'Attività): 3) Paolo il Veneziano, 4) Maestro Serapis, 5) Maestro Hilarion, 6) Gesù, 7) Saint-Germain.

In teosofia, i Sette Maestri di Saggezza si suddividono secondo l’influenza dei Sette Raggi. 1) Il Primo Raggio discendente dal Padre (Primo Aspetto della Volontà): El Morya e Jupiter; 2) Il Secondo Raggio, discendente dal Figlio (Secondo Aspetto della Saggezza): Koot Humi e Djwal Khul; 3) Dal Terzo al Settimo Raggio discendenti dallo Spirito Santo (Terzo Aspetto dell’Attività): 3) Paolo il Veneziano, 4) Maestro Serapis, 5) Maestro Hilarion, 6) Gesù, 7) Saint-Germain.

Liane Collot d'Herbois: Christian Rosenkreuz invia Buddha su Marte

Liane Collot d’Herbois: Christian Rosenkreuz invia Buddha su Marte


La missione di Buddha su Marte

Per avere un esempio delle missioni cosmiche compiute da queste elevatissime individualità, possiamo riportarne un esempio.


Steiner racconta di un evento spirituale, la crocifissione di Siddartha sul piano astrale, missione cosmica che gli fu affidata da Cristiano Rosacroce dopo la sua ultima incarnazione terrestre quale Gautama Buddha.


Steiner descrive come nel XV secolo su Marte si fosse raggiunta la decadenza spirituale, così che il pianeta non fu più in grado di inviare impulsi spirituali al volere all’uomo. Questo si tradusse sulla Terra in una più profonda caduta nella maya, anche nel mondo del linguaggio e nella