Nel Nuovo Anno coltiviamo i Semi di Spirito delle Notti Sante



Durante le Notti Sante abbiamo posto dei semi di spirito nel suolo dell’anima, li abbiamo posti nella vita di sogno per mezzo delle meditazioni e ora questi sono destinati a germogliare nella vita di veglia del mese corrispondente del nuovo anno. Come l’Avvento è una ricapitolazione del passato cosmico e preparazione per le Notti Sante, così il lavoro delle Notti Sante è una preparazione a cose più grandi che avverranno nel corso dell’anno.


“Egli deve crescere e io invece diminuire.” dice Giovanni Battista del Cristo.

Come in sogno abbiamo sperimentato la vita, anche se caotica o simbolica, di quel seme di luce, così nel mese corrispondente del nuovo anno noi possiamo sperimentare il germogliare, il vegetare e fiorire di quel seme fino a portare frutto. Nel nuovo anno viviamo nello sviluppo del seme di spirito della Notte Santa.


Il processo di maturazione del seme possiamo immaginarlo come l’evoluzione del Segno Zodiacale stesso nella luce del quale viviamo in quel mese e la forza che ne permette lo sviluppo sono le Virtù Zodiacali, le quali quando sviluppate, conducono ad un Potere Acquisito, che la metamorfosi della virtù stessa.


Praticando la Virtù Zodiacale nel mese corrispondente, noi possiamo far evolvere l’impulso che quel Segno Zodiacale reca in sé, ovvero possiamo far maturare il seme di spirito che abbiamo posto nelle Notti Sante. Per immaginare lo sviluppo di questo seme nel corso delle quattro settimane del mese, viene proposto un percorso in quattro metamorfosi che rappresentano la trasformazione di ogni Segno Zodiacale nel corso del mese per mezzo della pratica della sua virtù.


Abbiamo dunque quattro immagini che sono quanto metamorfosi. La prima metamorfosi avviene nel Mondo Eterico, la Seconda nel Mondo Astrale, la terza nel Devachan Inferiore (Mondo del Pensiero) e la quarta nel Mondo della Ragione:

  1. Partiamo dunque dall’immaginazione del Segno Zodiacale nel Mondo Eterico dove si presenta nella forma della costellazione corrispondente con le forze che direttamente si imprimono nella sfera eterica della Terra;

  2. Ascendendo questa viene a metamorfosare nel Mondo Astrale dove assume un significato per l’anima;

  3. Poi assume una forma adatta al Mondo del Pensiero e dunque corrispondente all’Io-spirito;

  4. Infine nel Mondo della Ragione, assume la forma archetipica ordinaria propria dell’Adam Kadmon nella sua melotesia zodiacale.

Come il Segno Zodiacale, dalla cerchia dello Zodiaco oltre il guscio dell’uovo cosmico di Saturno irradia sulla Terra, passando in discesa il Mondo della Ragione, del Pensiero, Astrale ed Eterico; così possiamo immaginare che il seme si verticalizzi, ascendendo a mondi sempre più elevati: esso germoglia e vegeta nell’eterico, poi produce i fiori nell’astrale, il frutto con i semi nel Mondo del Pensiero e infine si ricongiunge all’archetipo dell’uomo cosmico nel Devachan Superiore.


In questo modo quelle che sono le forze zodiacali che dalla periferia del cosmo giungono sulla Terra, vengono compenetrate dall’esercizio della Virtù Zodiacale per mezzo dell’Io, e restituite in forma trasformata al cosmo, irradiando dalla Terra verso lo Zodiaco. Così restituiamo alle Gerarchie il frutto del lavoro dell’Io sulle forze cosmiche che continuamente si riversano sulla Terra.


Ora, non dobbiamo immaginare che le immagini proposte su cui andremo a lavorare siano nettamente distinte ma che, viceversa, si trasformino gradualmente fino a giungere al limite tra un mondo e l’altro, dove, improvvisamente, emerge una possibilità nuova. Allora si ha un drastico cambiamento, esattamente come il seme, quando i tessuti interni si organizzano dal caos e giungono alla massima tensione, rompono improvvisamente la guaina lasciando emergere le foglie. Queste allora crescono e si moltiplicano ripetendosi, fino poi a giungere a formare il fiore e poi il frutto, la cui forma è radicalmente diversa.


Le Schede delle Virtù Zodiacali sono dunque il complemento alle Schede delle Notti Sante, ed offrono una guida per farne germinare il seme di spirito. Vengono inoltre date altre indicazioni simboliche al fine di porsi in relazione al Segno Zodiacale, tra cui: l’immagine dello Zodiaco del Futuro Giove, quella dell’immaginazione di Johfra Bosschart, la caratterizzazione astrologica, il domicilio planetario, la melotesia zodiacale, nonché un Mantra dato da Steiner per seguire il gesto della Forza Zodiacale nelle sfere planetarie.


Come esempio, trovate la prima Scheda delle Virtù Zodiacali, dedicata al Capricorno, in fondo a questo articolo.


Approfondiremo questi aspetti meditativi nel seminario su “Le Virtù Zodiacali: le metamorfosi dell’anima nel corso dell’anno”, che troverete sia nella mia pagina che in quella di Opera Omnia Online.


Questo seminario è il primo di una serie legata al ciclo delle stagioni e dunque al respiro dell’anima della Terra e dell’Uomo. Ogni seminario proposto, mese per mese, si può seguire indipendentemente dall’altro, ma al contempo sono tutti legati tra loro. Ogni mese verrà dunque proposto un seminario specifico che al contempo è il frutto del mese precedente e la preparazione per quello successivo.


Vi aspetto dunque al primo seminario “Le Virtù Zodiacali: le metamorfosi dell’anima nel corso dell’anno”. Potere iscrivervi a questa pagina del sito Opera Omnia Online:

https://www.operaomniaonline.it/seminari



SKYPE

per le videochiamate

giorgio.tarditi.spagnoli

Giorgio Tarditi Spagnoli

CONTATTI

giorgiots@me.com

+39 340 518 6928

Copyright 2020 Giorgio Tarditi Spagnoli

Sito web realizzato da Antonio Passarelli