Richard Cloud – L’Adepto Rosicruciano Segreto Alois Mailänder

Aggiornato il: gen 21

ATTENZIONE


A scanso di equivoci, è bene tenere presente che quanto segue è il frutto di una ricerca storica, basata su diversi documenti. Ogni affermazione è corroborata da diverse citazioni. In particolare si tratta della traduzione del secondo articolo di Richard Cloud. Potete trovate tutte le fonti citate negli articoli originari scritti in lingua inglese scritti da Richard Cloud, Samuel Robinson e dal sottoscritto, Giorgio Tarditi Spagnoli, e di cui trovate qui il link:

  1. Steiner and the Secret Inner Circle of Twelve

  2. The True Identity of the Elder Brother of Rudolf Steiner Revealed

  3. The Secret Rosicrucian Adept Alois Mailänder

Tuttavia gli stessi collegamenti erano già stati fatti indipendentemente riguardo alla storia dell’O.T.O. da Richard Kaczynski nel libro Forgotten Templars (2012) nonché per quanto riguarda il rapporto tra Steiner e Eckstein da  Rolf Speckner nell’articolo Friedrich Eckstein als Okkultist. Per quanto riguarda Alois Mailänder si veda anche il breve articolo su AnthroWiki. Dunque quanto riporterò in questo articolo è un riassunto complessivo, dal mio punto di vista, di queste ricerche a cui ho contribuito dal punto di vista antroposofico, condividendo quanto raccolto sul Servizio di Misraim nonché riguardo la connessione tra Felkin e Steiner (Capitolo 9 della Storia del Servizio di Misraim).


I diversi collegamenti esposti in questo studio sono frutto delle ipotesi degli autori e sono dunque soggetti a continuo aggiornamento, aggiustamento e cambiamento man mano che nuove citazioni e documenti vanno a corroborare o smentire la ricostruzione storica proposta. Non è dunque l’ultima parola sull’argomento, bensì una ricerca storica in continua evoluzione, così come prevede il metodo storico scevro da pregiudizi. Gli errori e le imprecisioni saranno corretti volentieri. Chi vorrà fare segnalazioni al riguardo è pregato di assumere un atteggiamento costruttivo.


Un’esposizione sul massimo grado dell’Iniziazione Rosacroce tedesca

Un tempo considerata il coronamento dell’iniziazione rosacrociana, il sistema di rigenerazione spirituale di Alois Mailander rimodellò il paesaggio occulto dell’Europa. Mantenuto sotto il più stretto segreto, i suoi metodi avrebbero dovuto essere ai massimi livelli di istruzione dell’OTO originario, della Teosofia di Adyar, dell’antroposofia, della Rosicrucian Fellowship, del metodo di Franz Bardon, della Hermetic Brotherhood of Luxor, della Fraternitas Rosicruciana Antiqua di Krumm-Heller, e del ramo della Stella Matutina della Golden Dawn nonché alla Societas Rosicruciana in America di Plummer.


Altrettanto notevole, questi gruppi hanno perso ogni traccia della sua fonte. Come può un Adepto essere dietro così tanti impulsi esoterici e tuttavia rimanere nascosto a tutti tranne pochi iniziati? Inoltre, come possono tutti questi gruppi dimenticare le origini dei loro arcani più alti?


Un autentico Capo Segreto dei Rosacroce

Le origini della maggior parte degli ordini occulti sono oscurate in storie fantastiche, in cui molti pretendono origini legate a guide dell’umanità nascoste o invisibili. In gran parte chiamati “Capi Segreti” o “Superiori Sconosciuti”, abbondano storie di adepti invisibili, che appaiono dietro il Martinismo, la Golden Dawn, la Rosicrucian Fellowship e altri gruppi. A differenza di quelle storie, tuttavia, i Pansofici conoscevano l’identità del loro adepto superiore. Non solo era un maestro vivo e vegeto, ma la sua venuta era considerata un grande avvento.


Tenendo presente che le storie riguardo ai Capi Segreti si sono rivelate essere fabbricazioni (come la storia che Mathers e Westcott hanno inventato per la Golden Dawn) o che non hanno mai rivelato l’identità delle loro guide invisibili, sapere dell’identità di Alois Mailander è significativo poiché rivela per la prima volta un genuino adepto rosacrociano nascosto dietro la più ampia tradizione esoterica occidentale.


Un semplice tessitore e operaio della Germania meridionale, Mailander rimase per lo più sconosciuto al mondo. Durante la sua vita tutti i suoi discepoli hanno giurato di mantenere segreta la sua identità. [1] Solo il suo circolo interno sapeva chi fosse veramente. Questa cerchia di iniziati portò quindi i suoi metodi e i suoi insegnamenti al mondo sotto le spoglie di diversi movimenti occulti, ognuno avvolto nel carattere e nella lingua di quello che lo rendeva pubblico. Come Rudolf Steiner ha indicato, tuttavia, l’identità di questo maestro poteva essere rivelata dopo 100 anni. Questa rivelazione è avvenuta nell’estate del 2017, quando ho pubblicato l’identità di Mailander con il permesso concesso dai Pansofici tedeschi. [2] Ma Mailander non era solo il Maestro di Steiner. Era anche quello di Blavatsky, Meyrink, Franz Hartmann e altri esoteristi.


Come visto nel precedente articolo, i Rosacroce Pansofici che compongono il cerchio attorno a Mailander non solo credevano che fosse il ritorno del Giovanni biblico, ma Steiner lo considerava addirittura un’incarnazione di Christian Rosenkreutz (C.R.C.). Se questo sia vero lo lasciamo decidere ad ognuno. Per i tedeschi la sua venuta significò l’arrivo del promesso Elia Artista [Elias Athersatha]  che Paracelso profetizzò sarebbe tornato per rigenerare il mondo. [3] Questa profezia era ben nota tra i circoli rosacrociani.


Nel ricercare la connessione tra Mailander e la profezia paracelsiana di Elia Artista, dobbiamo rivolgerci agli eventi celesti che hanno modellato il movimento rosacrociano. La scoperta di due nuove stelle nel 1604 è legata all’apertura della tomba di C.R.C., che la Fama Fraternitatis descrive come avvenuta nello stesso anno. [4] Molta parte dell’attività iniziale della Fratellanza Rosacroce è legata all’apparizione di nuove stelle e comete. [5] Gli interessati possono leggere The Invisible History of the Rosicrucians di Tobias Churton per una descrizione completa.

I rosacroce credevano che le comete del 1603 e del 1604 annunciassero la venuta di Elia Artista, il prossimo profeta dei rosacroce. “L’Europa era incinta”, hanno detto, e in procinto di partorire. La consegna di suo figlio fu il fenomeno rosacrociano, scatenando il suo tumulto. Eppure c’era ancora molto da sapere sulla sua gravidanza.


Se Mailander fosse stato davvero il promesso Elia / Giovanni, come sostengono i Pansofici, sicuramente la sua nascita sarebbe stata anche collegata a eventi celesti. Mentre cercavo nuove stelle o comete durante il periodo della nascita di Mailander, non solo ho scoperto una cometa, ma una che è stata considerata l’evento celeste più significativo dell’epoca! Designata la “Grande Cometa del 1843”, fu pensata da molti per annunciare la fine del mondo. [6] Questa cometa non fu scoperta fino al mese successivo alla nascita di Mailander e raggiunse la massima intensità a marzo, il mese in cui era nato. Sono state fatte circolare molte immagini raffiguranti la palla di fuoco mentre si diffondeva nel cielo. È stata emessa anche una moneta commemorativa per commemorare il suo passaggio.

image.png

La Grande Cometa del 1843 di Mary Morton Allport la moneta commemorativa


Per i Pansofici questa era la prova dell’identità di Mailander. La tradizione orale tramandata in Germania afferma che il suo iniziatore Prestel ricevette dai rosacrociani la missione di trovarlo. Al momento dell’iniziazione Mailander iniziò a parlare con la voce di “Giovanni”, come è evidenziato in diverse lettere indirizzate a Meyrink. [7] – [8]

La profezia di Paracelso si era finalmente avverata per i Rosacroce tedeschi, ma che ne è stato poi?


Gli insegnamenti dei Pansofici e del loro fratello Giovanni

Nel 2017 mi sono stati dati i primi contorni del sistema Mailander. Ciò ha portato alla ricerca per determinare se gli insegnamenti e la tradizione orale del gruppo di oggi rappresentassero un’autentica discendenza al circolo originale di Mailander. In effetti ho trovato diverse prove. Le fonti più accessibili in inglese sono A Rosicrucian Notebook di Willy Schrodter e Man’s Higher Purpose di Karl Weinfurter. [9]


Il metodo di sviluppo spirituale insegnato da Mailander consiste in una forma teosofica (behmista) di rosacrocianesimo che attinge ai diagrammi della Gold und Rosenkreuzer e agli insegnamenti di Johann Baptist Kerning, un massone esoterico tedesco. [10] Gli insegnamenti di Kerning furono usati da Mailander come tema centrale per quanto riguarda la magia rosicruciana delle lettere. [11] Ciò è abbastanza notevole considerando che lo stesso Mailander era analfabeta e indica una forte trasmissione orale in Germania.

image.png

Questa immagine, tratta dai Simboli Segreti dei Rosacroce, con i suoi due triangoli che convergono, è stata la fonte della variante di Mailander dei “Processi” del metodo di Kerning. [12]


Mailander ha anche insegnato un certo tipo di “firme spirituali” relative all’idea paracelsiana della natura collegata all’alfabeto. Il suo studente Franz Hartman menzionò che Mailander era così in grado di parlare con gli animali. [13] Quindi, capire Mailander richiede non solo una certa comprensione di Paracelso, ma anche di Kerning e Jacob Boehme e di come questi si intrecciano nella sua trasmissione rosacrociana. [14]


In primo luogo, nel misticismo delle lettere di Kerning le lettere dell’alfabeto sono viste come la “Materia Prima” alchemica o le particelle originali della Natura utilizzate come elementi costitutivi di tutta la vita e la forma. Le sue meditazioni si concentrano sulla ripetizione di determinate lettere, parole o frasi, accompagnate da respirazione controllata e (soprattutto) dalla concentrazione di lettere su parti specifiche del corpo. Ciò costituisce una forma di alchimia interna, con la Materia Prima utilizzata per risvegliare il Secondo Adamo. La Grande Opera di Kerning culmina nel risveglio della Parola Divina, o Logos nel corpo. Per Kerning questo significava risvegliare l’abilità profetica nell’adepto e l’interiorizzazione del Tempio di Salomone.


Questo è un punto importante. Il lavoro di Kerning descrive il misticismo delle lettere come la costruzione del tempio di Salomone sul corpo, in modo che i suoi vari pilastri, piani e scale siano integrati nella nostra struttura fisica. Le finestre sono “aperte intorno al cuore”. Ciò costituisce l’alba del “Terzo Tempio”, che nella dottrina cristiana procede dalla seconda venuta di Cristo. Per Kerning, usando il punto di vista behmista, la seconda venuta di Cristo avviene all’interno, nella forma dell’Adepto quale Logos. Come con Boehme, per Mailander c’è anche un aspetto sofianico “divino femminile” in questo tempio. Per i Pansofici la figura di Sofia e del Tempio sono un solo corpo. Quando la Sofia è impregnata, dà alla luce il Logos dentro di noi, mentre l’arrivo del Tempio annuncia la seconda venuta di Cristo. Pertanto, l’uso alchemico delle lettere e l’emergere del tempio sul corpo umano costituiscono un “matrimonio chimico” rosacrociano.


La fonte del misticismo di Kerning è un argomento intrigante che lasceremo per un altro momento. Basti pensare che Kerning attinse alle pratiche arabe e persiane applicando quelle ai misteri della Torre di Babele (dell’Adamo caduto) rispetto al Terzo tempio (la Vergine del Secondo Adamo), come spiegato da Jacob Boehme nel Mysterium Magnum, ma in un contesto massonico. Boehme afferma che la Torre di Babele è una qualità interna che indica una falsa torre costruita interiormente come monumento all’orgoglio che manca delle forze delle cinque vocali: I, A, O, U, E. Dice che le vocali devono essere aggiunte di nuovo in l’Adepto durante la costruzione del vero tempio all’interno. Boehme afferma che queste vocali costituiscono il nome vocale di Cristo e quindi comunicano lo spirito del Logos al Mistico durante la pratica. Questo mistero della torre e del tempio del cuore nell’interiorità era un territorio comune tra Sufi e Rosacroce, che portò la Loggia tedesca Balduin di Lipsia a riconoscere i loro fratelli Sufi come pari nel 1830. [15] Questa cooperazione reciproca portò alla mistica delle lettere che divenne un terreno comune tra Hurufi e Rosacroce. [16]


In pratica vengono dati gesti per le lettere IAO. Il segno “I” è realizzato con il dito rivolto verso l’alto. Meyrink dice che questo significa “Ignis” o fuoco. Il segno “A” è fatto come indice e pollice come un triangolo, Meyrink dice che significa “Aqua” o acqua. Il segno “O” è fatto facendo un cerchio con il dito indice e il pollice, ma il suo significato non è stato descritto da Meyrink. Sam Robinson dice che significa “Oroboros”. Dopo ogni segno di lettera, vengono poi fatti dei gesti su tre parti del corpo per attivare la fornace alchemica. È anche importante notare che i tre gesti dati sono anche i segni di grado per i primi tre gradi di massoneria. Secondo Kerning infatti, i Rosacroce conoscevano i segreti della Massoneria.

image.png

I segni di IAO [17]


Il segno “I” viene dato con il dito indice in aria. Una volta che il dito diventa caldo o risuona, viene dato il segno di primo grado della Massoneria; l’indice che taglia la gola per “separare la testa” in alchimia. Gli altri due segni massonici attraversano il torace e poi le viscere. Questi dividono efficacemente lo zolfo, il sale e il mercurio. In termini di accesso al tempio, il Rosacroce si lancia sui fuochi dell’altare bruciato del sacrificio, che è ad ovest dei pilastri di Jakin e Boaz. Qui possiamo vedere nella pratica di Kerning un duplice significato legato sia all’alchimia che al tempio.


Una caratteristica di Kerning e Mailander è l’enfasi sull’avvio del lavoro meditativo nella regione dei piedi. Qui inizia il risveglio infuocato piuttosto che alla base della colonna vertebrale come nel misticismo orientale. Mailander, come Kerning, lavorava le lettere IAO su sette parti del corpo iniziando con i piedi, poi le ginocchia, i fianchi, lo stomaco, ecc. Tuttavia, alcuni studenti di Mailander in seguito si staccarono dal metodo “iniziando dai piedi” ed esercitarono invece la sua alchimia interiore iniziando dalla base della colonna vertebrale. Qui sostituirono i sette charkas con le sette posizioni del corpo utilizzate nel vecchio sistema tedesco. [18] Gustav Meyrink, uno studente diretto di Mailander, illustra il metodo originale in The White Dominican, descrivendo un’iniziazione in cui il candidato è posto nella posizione della tomba. L’adepto benedice quindi le lettere mistiche sulle sette parti del corpo per il candidato. Questo libro è molto interessante in quanto Meyrink non ha mai rotto i suoi giuramenti e ha nascosto i segreti di Mailander in bella vista. [19] Durante la generazione di Mailander si dovrebbe dire che sono state fatte diverse aggiunte al metodo Kerning. Il più notevole di questi fu l’aggiunta di una circolazione di serpenti tra gli elementi e l’Adepto.


Un’altra caratteristica distintiva tra i Pansofici è che ciascuno dei suoi Maestri è stato identificato da una lettera iniziale per il loro nome. Questo è iniziato con Kerning, che ha affermato nei suoi libri che l’ortografia del proprio nome era una firma magica della propria anima e che la lettera iniziale indicava il potere causale di una persona. Dunque citò Pitagora come il primo maestro di questa dottrina, chiamandolo “il P.”


Willy Schroedter scrive di un altro “P” nel suo Rosicrucian Notebook, dicendo che quelli ben informati conoscevano la cerchia di Mailander e che:

Siamo interessati a qualcun altro appartenente a questo gruppo, un tale P., un rosacroce. Si chiamava Prestel e aveva la capacità di convertire i metalli di base in nobili. [20]

Hartmann scrive che questo era il maestro di Mailander. Abbiamo già visto che Mailander è stato chiamato “il M.” da Rudolf Steiner e altri discepoli. Una seconda prova di questo fatto è stata data da Weinfurter in Der Königsweg dove dice:

Gli studenti del Maestro tedesco M. (chiamato Mailander), tra cui Gustav Meyrink in primo piano, praticano secondo le sue istruzioni solo al centro e non in tutti gli organi corporei, come prescritto da Kerning.” [21]

Qui vediamo come Meyrink fosse tenuto in alta considerazione tra i Pansofici. Ha anche ricevuto il titolo di “Il R.”. Questo sarà importante in un momento.


In confronto a sistemi come la Golden Dawn, l’arte semplice di Mailander sembra embrionale. [22] Tuttavia, questo è solo il punto e il risultato e la potenza del sistema parla da solo. Mailander parlava con gli animali, diventando una specie di santo rosacrociano. Il suo iniziatore Prestel [23] è stato in grado di creare proiezioni con la mente che erano visibili a coloro che erano stati riuniti. [24] Meyrink, nel suo articolo Hochstapler der Mystik, scritto nei suoi ultimi anni, denuncia fortemente tutti i falsi guru, ma afferma che “il segreto della Parola perduta è il vero mistero di tutta la magia”, riferendosi direttamente alla scuola di pensiero di Mailander [25 ] Allo stesso modo Hiram Butler, nel documento della Hermetic Brotherhood of Luxor intitolato La Via Stretta del Conseguimento nel 1889, non menziona solo il contatto con la cerchia di Mailander in Germania, ma fornisce il metodo dei Pansofici su come “comunicare con una persona a distanza” e “proiettare un’immagine da se stessi in modo da poterla vedere”. [26] Dice anche che la propria proiezione può essere materializzata agli occhi di una persona che riceve il tuo messaggio. Tutto ciò è molto simile a quanto la Blavatsky e Max Heindel hanno descritto di ciò che i loro Maestri erano in grado fare [27], e indica un percorso che pochi sarebbero disposti ad abbracciare.

Se si dice, ad esempio, che si stanno facendo progressi spiritualmente senza essere in grado di sentire, ascoltare o vedere in un senso interiore, allora devo dire che questa è una bugia completa. – Alois Mailander

La domanda rimane: gli insegnamenti di Mailander sono stati davvero utilizzati da così tanti ordini? Esaminiamo i vari gruppi che hanno utilizzato il sistema e hanno nascosto Mailander. [28]


L’Iniziatore di Rudolf Steiner – “Il M.” – era Mailander

La maggior parte degli occultisti non erano a conoscenza della fonte rosacrociana degli insegnamenti di Rudolf Steiner fino al nostro ultimo articolo in cui abbiamo rivelato che “la M.” di Steiner era in realtà l’adepto rosacrociano Alois Mailander.


Steiner dichiarò esplicitamente nella sua Leggenda del Tempio che Christian Rosenkreutz era un’incarnazione di Giovanni, e che Saint Germain era un’altra delle sue incarnazioni. Consideriamo le implicazioni. Per i rosacroce in Germania si sapeva che Mailander parlava per mezzo della voce di Giovanni, dando sermoni e profezie rosicruciane a coloro che si radunavano con lui fuori dalla fabbrica di tessitura. Quando osserviamo il punto di vista di Steiner sulle incarnazioni di C.R.C. quale Giovanni, e sapendo che Mailander era il fratello Giovanni ritornato, possiamo facilmente vedere come Steiner rivendicò direttamente l’iniziazione di C.R.C. [29] Questo contatto diretto con C.R.C. sarebbe stato successivamente utilizzato da Steiner come un importante canale per comunicare una trasmissione rosacrociana ad altri gruppi rosicruciani. Qui veniamo all’ingresso in scena di quello che divenne noto come “Nesso Eterico a Christian Rosenkreutz”.


Non è arrivata alcuna conferma riguardo al fatto che i Pansofici considerassero o meno Mailander quale C.R.C., sebbene confermassero che era stato nominato capo dell’Ordine di Kerning. Ciò è significativo perché Rudolf Steiner fu iniziato in una loggia di Kerning da Freidrich Eckstein nel 1887, circa sette anni dopo aver incontrato il raccoglitore di erbe, Felix Koguzki. [30]

Va detto che secondo i Pansofici, Steiner fu respinto dal loro circolo dopo aver rotto i suoi giuramenti e reso pubblici alcuni aspetti dei loro insegnamenti (Questa divisione molto probabilmente avvenne dopo la sua unione alla Società Teosofica, quando prese gli insegnamenti rosacroce e li unì con la Teosofia di Blavatsky). Ancora una volta sono stato in grado di trovare conferma della loro storia orale.


Steiner rivela parzialmente questa separazione nella sua “Storia della mia vita” autobiografica, in cui afferma che Friedrich Eckstein credeva che:

Si dovrebbe separare rigorosamente l’exoterico dall’esoterico, così che l’esoterico dovrebbe rimanere all’interno dei circoli più ristretti composti da coloro che abbiano compreso appieno come onorarlo.

Ciò è accaduto a un livello molto esoterico. Friedrich Eckstein fu il suo iniziatore. Steiner, tuttavia, risponde che:

Volendo sviluppare un’attività pubblica per conto della conoscenza spirituale, avevo deciso di rompere con questa tradizione. [31]

L’implicazione qui è che dopo essere stato iniziato nella loggia di Kerning e aver appreso le corrispondenze di suono, movimento, colore e in particolare la Magia delle Lettere, Steiner si è preso la responsabilità di “rompere con questa tradizione”.


Gran parte del misticismo dell’alfabeto di Kerning divenne noto come “Euritmia” nell’antroposofia. L’Euritmia è una serie di figure alfabetiche realizzate con il corpo, descritte da Steiner come “linguaggio visibile”. Tuttavia, Steiner non è stato l’unico a rompere con questo lignaggio. Un altro studente di Mailander, Franz Hartmann, aveva dei discepoli nel processo di Mailander. Hanno anche prodotto figure dell’alfabeto disegnate con il corpo, ma hanno usato l’alfabeto runico (facendo riferimento a Kerning [32]). Questo in qualche modo triangola e verifica l’influenza del lignaggio Mailander sui suoi successori. [33]


I lettori possono fare riferimento alle Pratiche Segrete dei Massoni Sufi di Rudolf Sebottendorf per una versione semplificata degli Esercizi di Kerning (tenendo presente che la sua versione dell’opera è incompleta e può essere considerata pericolosa). Steiner era anche noto per aver comunicato gli Esercizi di Kerning delle Lettere IAO ad alcuni dei suoi discepoli più vicini. Gli scritti di Steiner sul processo di Mailander dati a Meakin e Felkin saranno discussi di seguito. Possiedo alcune copie sopravvissute dopo che Felkin le portò dalla Germania alla Nuova Zelanda. Un esempio pubblicato degli insegnamenti di Steiner sull’esercizio IAO è riportato negli esercizi quotidiani di Ita Wegman sotto la guida di Steiner. Ella doveva ricapitolare la sua giornata al contrario la sera e fare:

Un esercizio di respirazione che deve essere ripetuto sette volte; un esercizio IAO; e poi l’immaginazione della Rosacroce. L’immaginazione doveva ovviamente essere collegata a un mantra riferito alla forma umana spirituale (focalizzata sull’organizzazione del cuore e degli arti). [34]

In effetti, Steiner rivelò pubblicamente una versione delle posizioni del corpo secondo lo IAO.

image.png

Le posizioni corporee di IAO usate in Euritmia


L’intero processo, comprese le variazioni alchemiche e i movimenti fatti tra ogni segno come insegnato da Mailander non è mai stato pubblicato. In questa fase diventa chiaro qualcosa che tuttavia distingue il lavoro di Mailander da quello di Kerning. I segni IAO di Kerning vengono impartiti come lettere, usando solo le dita. Mailander li impartiva invece con entrambe le dita e tutto il corpo, riproducendo le forme delle lettere. Lo rivedremo  in seguito nella sezione dedicata alla Golden Dawn.


Steiner creò il suo Ordine massonico chiamato “Misraim Dienst” (il Servizio di Misraim). Questo era un ramo del Rito Massonico Egizio di Memphis-Misraim che usò come struttura per insegnare ai suoi iniziati la versione di Mailander degli Esercizi di Kerning. [35] Questi erano essenzialmente degli insegnamenti massonici dati in un contesto rosicruciano. Steiner ha persino definito il suo sistema “Massoneria Rosacroce”. Questa non era una novità in Germania. Ciò che Steiner incontrò nella massoneria di Kerning lo incorporò nel Misraim Dienst. Anche l’idea di un ritorno eterico di Cristo appare per la prima volta negli scritti di Kerning.


Steiner affermò che era solo per dare “continuità esoterica” ​​che ricevette l’autorità di operare il Rito Egizio della Massoneria da Theodor Reuss, [36], ma fondò effettivamente il Misraim Dienst come Seconda e Terza Classe della Sezione Esoterica in quella che divenne poi l’antroposofia, ponendo esattamente la trasmissione di Mailander ai suoi massimi livelli. Il disaccordo con Friedrich Eckstein deriva dal fatto che Steiner prese questo sistema dal suo contesto esoterico (dove solo pochi massoni e rosacroce potevano accedervi sotto severi giuramenti di segretezza) e impiantandolo nel Misraim Dienst come il culmine del suo sistema. [37]


Robert Felkin e il Nesso Eterico a Mailänder

In che modo la Golden Dawn ricevette gli insegnamenti rosicruciani di Mailander? Per capirlo, dobbiamo prima ricordare che originariamente Mathers e Westcott hanno affermato che la Golden Dawn era nata dal contatto con gli Adepti rosacroce tedeschi. Quest’affermazione fu messa in discussione causando lo scisma della Golden Dawn del 1901, portando alla divisione dell’Ordine in due fazioni principali. Da un lato Mathers iniziò il ramo Alpha e Omega, sostenendo di essere ancora in contatto con adepti nascosti (tramite canalizzazione e maestri invisibili), mentre l’altro ramo divenne noto come Stella Matutina sotto l’autorità del Dr. Robert Felkin, il cui Tempio in Nuova Zelanda, chiamato “Whare Ra”, è diventato famoso tra gli occultisti.


Dopo lo scisma della Golden Dawn Felkin iniziò a cercare i Capi Segreti in Germania per convalidare le sue decisioni. Dopo essere tornato dalla Germania, improvvisamente annunciò ai membri del suo ramo Golden Dawn di essere riuscito a prendere contatto con i veri Rosacroce e che da quel momento in poi il loro Ordine avrebbe ricevuto gli insegnamenti superiori dai Capi Segreti.

image.png

I Process Documents della Whare Ra


In effetti, Felkin è andato in Germania in cerca di assistenza da Rudolf Steiner. Tuttavia, prima di intraprendere il viaggio da solo nel 1912, inviò Neville Meakin come agente della Stella Matutina. Meakin fu accolto calorosamente da Steiner e fu completamente iniziato nel Misraim Dienst, ricevendo la versione di Steiner degli esercizi di Mailander. Meakin comunicò questi insegnamenti direttamente a Felkin prima che quest’ultimo visitasse la Germania.


La maggior parte degli antroposofi minimizza la connessione tra Felkin e Steiner (appellandosi al fatto che Steiner disse di “non avergli dato nulla”) senza rendersi pienamente conto di quanto Meakin ha ricevuto e comunicato in seguito. Ho visto personalmente la versione Whare Ra dei documenti Mailander-Kerning che preservano il metodo in modo abbastanza accurato, anche se mancano alcune sezioni finali.


È interessante notare che coloro che conservarono questi insegnamenti nel tempio neozelandese della Stella Matutina non conoscevano Mailander o la storia dietro la loro trasmissione rosacrociana finché il mio amico in Germania non si fece avanti. Sostanzialmente veniva insegnato che quei documenti provenivano direttamente da Steiner.


Nel Tempio Whare Ra il metodo Kerning divenne noto come “Process Documents” (la versione di Steiner era basata su quella di Mailander, che a sua volta era una variante rosicruciana ed espansione dell’originale di Kerning). Questi documenti stati donati alle nostre ricerche dal successore del Tempio Whare Ra, Tony Fuller nel 2017. I Process Documents di Steiner mostrano che le lettere IAO sono state posizionate sul corpo ma, unicamente per Steiner, le lettere mistiche sono state posizionate su centri spirituali che sono attivati ​​da movimenti yogici dell’occhio. [38] Fedele a Kerning, tuttavia, è il Tempio di Salomone costruito nel corpo come evidenziato dall’uso delle parole Jakin e Boaz, che sono spezzate in singole lettere e poste sopra i centri spirituali al fine di risvegliarle. Tuttavia, laddove Mailander e Kerning insegnano come questo metodo possa “risvegliare la Parola” nell’Uomo, un particolare aspetto viene rivelato quando viene affermato che “risveglia la chiaroveggenza”. Questa espressione proviene dagli studenti di Mailander. Franz Bardon, Krumm-Heller e Weinfurter seguono lo stesso metodo, unendo la Parola interiore, la chiaroveggenza e altre abilità psichiche.


Anche Max Heindel, uno dei primi studenti di Steiner, ha ereditato questi Processi. Ha pubblicato una versione dei diagrammi nella Cosmogonia dei Rosacroce sotto il titolo “Il percorso delle correnti sessuali inutilizzate”. Sebbene Heindel non abbia fornito nulla sulla funzionalità o sull’uso del diagramma (presentandolo semplicemente come una radiografia dei meccanismi interni) rivela tuttavia la profondità della sua connessione rosacrociana.


Dovremmo considerare cosa stava succedendo nei circoli esoterici quando Felkin arrivò in Germania. Per i rosicruciani, il ritorno di Elia Artista si era recentemente avverato. Mailander era morto solo sei anni prima. C’era ancora qualcosa che aleggiava nell’aria. C’era la sacra sensazione che il mistero dei Rosacroce fosse stato rinnovato dall’arrivo di Alois Mailander. Questo deve aver lasciato una profonda impressione sugli studenti di Mailander e su quelli che sapevano della sua venuta.


Superficialmente, sembrava che Felkin stesse impostando Steiner come suo Capo Segreto. Questo è certamente ciò che alcuni ricercatori hanno erroneamente ipotizzato. Questo malinteso è stato perpetuato sia dai membri della Golden Dawn che dagli antroposofi senza la piena conoscenza dei fatti qui esposti.


Naturalmente Steiner parlò delle sue connessioni rosacrociane e delle sue fonti superiori. A.E. Waite affermò che quando Felkin visitò la Germania ricevette:

Riti Rosacroce. Non ci sarebbe nient’altro a disposizione, poiché dai suoi scritti è pienamente dimostrato che Steiner aveva connessioni di questo tipo. [39]

Ma Felkin si riferiva a Steiner o Mailander quando affermava di aver trovato i Rosacroce? Per essere precisi, si riferiva in particolare a Steiner o ai Pansofici? [40] Il 1 ° agosto 1912, Felkin disse a A.E. Waite di persona che:

Steiner era sotto la direzione di un gruppo interno, attraverso il quale fu iniziato.

L’affermazione chiarisce che Felkin sapeva di questa fonte superiore. [41]

In una conferenza tenuta al S.R.I.A. Felkin affermò:

Posso menzionare qui che mi sono impegnato a non rivelare il nome o la persona reale che chiamava se stesso Christian Rosenkreutz, né il luogo in cui era nato, ma posso dire che, nel 1914, stavo viaggiando verso il suo luogo di nascita, anche per visitare la volta in cui è sepolto, ancora esistente, sebbene non sia nel luogo in cui è descritta in tutti i resoconti pubblicati. [42]

Se Steiner fosse stato la sua guida durante questo viaggio possiamo dedurre con sicurezza da questo viaggio includeva la tomba di Mailander, situata a Kempten. Felkin menziona che la tomba di C.R.C. non era la volta rosacroce della Fama, ma soprattutto afferma che la tomba doveva trovarsi nella Germania meridionale (Kempten è situata quasi nel punto più meridionale). Questa posizione è ancora un luogo di pellegrinaggio per i Pansofici, insieme a una pietra sacra situata dietro la sua casa che era solito usare per benedire gli iniziati.


Se prendiamo ciò con le informazioni fornite dai Pansofici, sembra probabile che Felkin non mirasse ad allineare la sua Golden Dawn all’antroposofia, ma ai Pansofici Rosacroce. Ciò è particolarmente evidenziato nella menzione di Felkin di un gruppo dietro Steiner. Tuttavia, nel Tempio Whare Ra sono state diffuse lezioni di natura antroposofica. Questo perché Felkin ricevette gli insegnamenti tramite Steiner, che mescolò la sua antroposofia con la corrente originale. Felkin non aveva modo di distinguere tra le due.



I registri di A.E. Waite sull’attività di Felkin-Steiner dovrebbero essere letti attentamente. I suoi appunti del 13 novembre mostrano una sequenza interessante. A Waite fu detto da Felkin di aver trovato il Terzo Ordine, ma Waite viene tenuto all’oscuro riguardo a chi vi sia a capo. Perché nascondere Rudolf Steiner? Felkin sapeva chiaramente che il Servizio di Misraim non era il Terzo Ordine dell’Alba Dorata, soprattutto considerando che durante il suo incontro riconobbe immediatamente i gradi massonici usati. Nonostante ciò, nelle sue lettere insiste di aver trovato il Terzo Ordine. Durante il suo periodo con Steiner gli è stato dato un collegamento con la vera fonte rosacrociana. A sua volta, ha dato ai suoi membri Whare Ra in Nuova Zelanda una promessa alla stessa fonte. Questa promessa è stata realizzata con il Rituale di Trasmissione del Nesso Eterico che è stato passato in Nuova Zelanda e Germania in diverse forme.


Il Rituale di Trasmissione del Nesso Eterico usato nella Stella Matutina